Manovre di disostruzione pediatrica

Banner_disostruzioneMammo Che Spavento!

Per questo post prendo spunto da una cosa capitata oggi. O meglio, capitata al Mammo e ad Alessandro, detto Il Nano.

Come forse ho già raccontato, il Nano ha quasi due anni. E’ un bambino vivace e allegro, ma soprattutto un mangione di prima categoria. Lui è goloso, di tutto! Mangerebbe in continuazione. La cosa che più mi angoscia è che lui in verità, non mangia, ingurgita.

Quest’oggi, a pranzo dai nonni paterni insieme alla sorella Carlotta, ha dato per l’ennesima volta “il meglio si sé” facendo perdere anni di vita a nonno, nonna e Mammo presenti.

Insomma a causa del suo essere famelico, ha pensato bene di ingoiare un pezzo di mela, o forse sarebbe meglio dire mezzo spicchio di mela, senza masticarlo con nonno accanto pronto a ficcargli due dita in gola O_o

Dal racconto del Mammo:

“Guarda Vane, l’ho visto spalancare la bocca come in un conato, così l’ho chiamato, secondo verso da conato… allora mi sono accorto che qualcosa non andava e l’ho preso in braccio, dal seggiolone. Bocca spalancata, non emetteva suoni e indicava la gola. Subito l’ho posizionato sulle gambe a pancia in giù, ed ho iniziato a dare i colpi decisi tra le scapole, come avevamo visto nel servizio al telegiornale. Ed effettivamente ha buttato fuori un tocco di mela enorme. Però sembrava ancora come se faticasse a respirare e l’ho preso in braccio, appoggiato con la schiena al mio petto e schiacciato qui, tra sterno e bocca dello stomaco.”

(nel racconto ovviamente vi ho omesso, quella quindicina di parolacce che gli sono venute dal profondo)

 

Conclusione? Alessandro sta benone ed è tutto il giorno che “si fa il verso” da solo. Nonno Nino avrà da fare nei prossimi giorni con vernice e pennello per ritinteggiare una parte di muro, e il Mammo ha ancora un forte mal di testa dato dall’adrenalina e dallo stress del momento.

Cosa posso dire?! Viva il Mammo. E’ stato un mito, pronto a percepire il pericolo ed efficiente nel ricordarsi un filmato, visto per caso durante un servizio al telegiornale, qualche anno fa.

 

Le manovre di disostruzione pediatrica

MANOVRA DISOSTRUZIONEPartendo da questa vicenda quotidiana, vi riporto le parole di Marco Squicciarini, volontario del soccorso della Croce Rossa Italiana, medico e referente nazionale per il progetto di manovre di disostruzione e PBLSD: “E’ proprio il soccorritore occasionale o un genitore che conosce le manovre, che può fare la differenza. Intervenendo nei primi preziosi minuti con poche manovre semplici, può fermare il tempo. Intervenire e bloccare il tempo in attesa che i soccorsi avanzati arrivino.”

Vorrei condividere con voi qualche informazione che ho cercato in rete, perché credo, anzi ne sono certa, che se ci fossi stata io al posto del Mammo, non sarei stata così “pronta”.

Da quello che ho scoperto quest’oggi il Mammo ha eseguito più o meno in modo preciso, ma è il risultato ciò che conta, le manovre di disostruzione.

Ne esistono differenti legate alle varie fasce d’eta del bambino e a diversi tipi di ostruzione che si possono verificare.

Non avendo la pretesa e le competenze per spiegarvi le differenze e come eseguire la manovra di Heimlich vi riporto dei filmati e allego degli opuscoli sulle  Nuove linee guida internazionali per le manovre di disostruzione e rianimazione in età pediatrica stilate ogni 5 anni ed approvate dalla Convenzione di Ginevra.

 

Video

youtube_logo_05

Disostruzione lattante secondo nuove linee guida internazionali per la popolazione

Disostruzione bambino secondo nuove linee guida internazionali per la popolazione

 

Schede e brochure

Clicca sulle immagini per scaricare il file di interessa

lattante pieghevole  Manuale disostruzione   disostruzione lattante  disostruzione bambino

Link a Siti

Sito dedicato alle manovre di disostruzione pediatriche

Sito della Croce Rossa Italiana dedicato

Spero veramente di cuore che questo mio post vi sia piaciuto, ma spero soprattutto, che nessuno debba mai mettere in atto ciò che qui, può aver appreso :-D